Maturità 2019, privatisti: informazioni e scadenze

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2019: requisiti, scadenze e informazioni per i candidati esterni che prima dell'esame di Stato dovranno affrontare quello preliminare

MATURITÀ 2019 CANDIDATI ESTERNI

Maturità 2019: istruzioni per i candidati privatisti
Maturità 2019: istruzioni per i candidati privatisti — Fonte: istock

Il 19 giugno inizieranno gli esami di maturità 2019 sia per i candidati interni che per gli esterni, ovvero i "privatisti". Per questi ultimi, però, l'iter per la partecipazione all'esame di Stato cambia un po' rispetto agli studenti interni.

  • Il primo step per essere ammessi alla maturità è la presentazione delle domande di partecipazione da inoltrare entro il 30 novembre 2018.
  • Gli studenti che invece si ritirano dalla frequenza dopo il 31 gennaio ed entro il 15 marzo 2019 devono presentare la domanda di partecipazione all'esame di Stato entro il 20 marzo.
  • Tutte le domande vanno presentate all'Ufficio Scolastico Regionale.

AMMISSIONE MATURITÀ 2019 CANDIDATI ESTERNI

Una volta ricevute le domande di partecipazione alla maturità 2019, l'Ufficio Scolastico Regionale assegna i candidati esterni agli istituti nello stesso comune, provincia o regione di residenza. I candidati esterni ammessi all'esame di Stato devono soddisfare almeno uno di questi requisiti:

  • candidati che compiono 19 anni entro l'anno solare in cui si svolge l'esame e dimostrano di aver adempiuto all'obbligo di istruzione;
  • aver conseguito la licenza media da un numero di anni pari almeno a quello della durata del corso prescelto;
  • aver conseguito un titolo di studio di istruzione secondaria di secondo grado almeno quadriennale o aver preso il diploma professionale di tecnico;
  • cessare la frequenza dell'ultimo anno prima della data del 15 marzo. 

Requisiti come il completamento dell'alternanza scuola lavoro e la partecipazione al test Invalsi 2019 saranno obbligatori solo a partire dal prossimo anno.

ESAME PRELIMINARE CANDIDATI PRIVATISTI

L'ammissione dei candidati esterni alla maturità 2019 è subordinata al superamento di un esame preliminare se non sono in possesso della promozione all'ultima classe o che non hanno frequentato l'ultimo anno. Con l'esame preliminare i candidati esterni devono dimostrare di essere in possesso di un'adeguata preparazione sulle materie dell'ultimo anno.